Un pilota, centocinquanta morti, e troppe parole usate a sproposito

germanwings

La tragedia dell’aereo della GermanWings è una di quelle cose su cui tutti hanno qualcosa da dire. Per chi si occupa di salute, e di comunicazione della salute, proprio qui sta il problema. Più di dieci anni fa feci la tesi di master sul lessico della salute mentale trasportato nelle pagine di cronaca nera, dove in un attimo è tragedia …

Read More »

Bambini contro l’oscurantismo (o anche L’eclissi salvata dai bambini)

sole

Per la serie Ricevo e Pubblico, e per la serie Ma Guarda Te Che Cosa Mi Tocca Ricevere e Pubblicare, ecco a voi fresca fresca la storia scritta da un amico di Calci, sereno borgo ai piedi dei Monti Pisani. È una storia di eclissi di Sole, di bambini curiosi, e di adulti preda di paure millenaristiche e irrazionali istinti. E se …

Read More »

Arrabbiarsi: bisogna saperlo fare. Vademecum per lo scienziato che protesta coi giornalisti

lettera

Una delle cose più imbarazzanti che capitano a chi fa il giornalista scientifico è la mail (o la telefonata) dello scienziato che si lamenta di un articolo contenente errori. Quelli come me non possono che annuire, rispondere in maniera evasiva, chiedere scusa per la categoria, sperare che la conversazione finisca in fretta. Ma, da più parti sollecitata, ho deciso di prendere in pugno la …

Read More »

Le mie amiche e la modernità, nel libero mercato della magia che rende migliori

Witchesflying_lg

Le mie amiche sono streghe. Credono alla magia, alle pozioni misteriose, ai massaggi miracolosi: si incantano di fronte a storie di strane malattie e cercano rimedi a problemi che io non vedo. E poi si appassionano alle verdure del contadino, senza chiedersi chi sia questo contadino e perché le sue verdure dovrebbero essere migliori di quelle del super che mangio …

Read More »

Buon viaggio Samantha, dalla bambina che ero e dal suo uomo preistorico

sam

Da bambina, non sognavo di fare l’astronauta. Non ho mai sognato di fare l’astronauta. Il mio mondo di bimba si divideva in tre squadre: amanti degli animali, appassionati di spazio e fan dell’uomo preistorico (con la variante dinosauro). Io ero decisamente tra i fan dell’uomo preistorico. Quanto al fascino per il cielo e i suoi segreti, potevo spingermi fino a Stonehenge. …

Read More »

Il paesaggio umano, quello vero. Ovvero: come è cambiato il nostro corpo in sessant’anni

dupuytren

Non so se avete mai visto una collezione di anatomia patologica. È una collezione di barattoli di vetro trasparente, di tutte le dimensioni, che contengono parti malate del corpo umano. Un piede diabetico sdraiato all’insù, un rene policistico aperto a metà, un polmone avvinto dalla pleurite, un teratoma appallottolato con peli e denti che sbucano beffardi. I più impressionanti sono …

Read More »

C’è chi dice sì. Ho conosciuto il freelance che accetta i pagamenti da fame. E non gli ho detto niente

Empty plate with fork and knife.

Tempo fa sulle pagine contatti e agenda del mio sito web ho messo un disclaimer: Per ragioni di sopravvivenza e di etica professionale, non posso accettare proposte di lavoro gratuito. Non ha funzionato. Sentendomi antipatica da morire, ma spinta dal dramma delle millemila richieste di favori da parte di sconosciuti, nonché ossessionata da tonnellate di mail che ogni giorno appesantiscono il normale …

Read More »

La par condicio nella scienza non esiste: facciamocene una ragione

ByronMoreno

Non fate dibattiti aperti e chiamate solo le voci della (…) scienza ufficiale. Se fai la giornalista scientifica, capita che tu ti metta nei guai per una cosa che, se fai la giornalista scientifica, è ovvia. Cioè sì: chiamo solo le voci della scienza ufficiale. Perché dovrei far finta che l’oroscopo e astrusità dichiaratamente fuori da ogni crisma del metodo scientifico …

Read More »

Scienza iperproteica: quando la notizia arriva da oltreoceano

eagles

Dobbiamo parlare degli americani. Quando una notizia nasce in America, nel giro di poche ore la riprendono i giornali di tutto il mondo. E chi sono io, che scrivo in italiano e anche pochino, per decidere che no, prima di farla uscire nella mia lingua minoritaria, ne valuto il “reale peso scientifico”, indipendentemente da chi abbia dato la notizia e …

Read More »

Chi accusa chi di cosa? Una risposta ai tanti “il giornalismo scientifico in Italia non va”

3438063-donna-dito-indice-isoalted-su-sfondo-bianco

Da un po’ di tempo in qua c’è la tendenza, diffusa soprattutto tra i giovani laureati in discipline scientifiche, a montare su uno sgabellino, alzare il ditino e dire che “non va!”. Il giornalismo scientifico, “non va!”. O la divulgazione scientifica. “Non va!”. O tutti e due: “non vanno!”. O l’uno, l’altra, insieme, mescolate e confuse, che poi, insomma… che …

Read More »

Non han mai fatto male due fette di salame: dopo Stamina, il ritorno della tv in camice bianco

202291_1

Non ci è bastata Stamina? Associazione per delinquere aggravata e finalizzata alla truffa, esercizio abusivo della professione medica, violazione delle norme della privacy e cosine così, e soprattutto un gran silenzio da parte di chi per mesi ha tormentato l’Italia con la storia del benefattore incompreso. Non ci è bastata e adesso siamo alla dieta anticancro in tv. In queste cose …

Read More »

Nuovi stereotipi europei: frasario per una settimana in Europa

Male Gender Stereotypes

Quelli dell’est ci faranno le scarpe. Hanno già cominciato. Quelli del nord ti chiedono candidi Quanto guadagni? E anche se tu la spari grossa, e aumenti le tue entrate di un 20-30%, la loro reazione è più o meno: And how can you be still alive? Vendicarsi riferendo loro la temperatura di Roma in this moment. Tiè: schiatta svedese, schiatta. Tiè. …

Read More »